News Veterinari

L’ingordigia del cane e la sua natura curiosa lo spingono ad assaggiare e inghiottire tutto ciò che gli capita a tiro: non solo bocconi di cibo troppo grossi, ma anche stoffe, sassi, pezzi di scarpe e qualsiasi oggetto risulti appetibile. Un atteggiamento da monitorare con cura perché potrebbe causargli diverse problematiche, non solo di tipo intestinale: potrebbe infatti favorire il soffocamento. Il proprietario deve captare i segnali per tempo senza confondere la problematica con una normale tosse oppure il rigurgito da cibo: ecco come.

Soffocamento, cause

Tutto ciò che può ostruire, bloccare e incastrarsi nella trachea può causare il soffocamento del cane, bloccando di fatto le capacità respiratorie dello stesso. A favorire la problematica può essere un oggetto piccolo, un pezzo di stoffa, del cibo non adeguatamente masticato o troppo grosso, quindi un gioco o una pallina, dei sassi o legni, ma anche monete, batterie, palloncini, nonché un alimento consumato che ha cambiato forma, come ad esempio un osso rosicchiato. L’animale lo ingurgita senza masticare agevolando la possibilità che si incastri nella trachea. Inoltre, il soffocamento può essere causato da una reazione allergica o da un trauma, una condizione in grado di gonfiare rapidamente i tessuti impedendo così il passaggio dell’aria.

vai a greenstyle.it

Lascia un commento